Skip links

Chi ha bisogno di un Visto Schengen?

MondialCare.eu 

La Convenzione di Schengen è una convenzione firmata a Schengen, Lussemburgo, il 19 giugno 1990. Riguarda la libera circolazione dei cittadini europei, all’interno dell’Unione Europea e nella zona EFTA. Tuttavia, la convenzione non è entrata in vigore fino al 26 marzo 1995, vale a dire 5 anni dopo, i cittadini dei paesi membri beneficiano così dell’apertura delle frontiere all’interno della zona. Si contano in realtà i 22 stati membri dell’Unione Europea, i 4 stati membri dell’EFTA, e fanno parte dell’area Schengen anche altri paesi che non appartengono all’Unione Europea. Ogni cittadino può circolare liberamente o trasferirsi in un altro Stato membro.

Tuttavia, alcuni paesi in Europa rimangono fuori da questa convenzione. Oltre al Regno Unito, Romania, Bulgaria, Cipro, Finlandia e Croazia non sono ancora tra i paesi firmatari. Se l’Inghilterra resta nella sua posizione, gli altri stanno valutando la possibilità di entrare nello spazio Schengen. D’altra parte, anche Norvegia, Islanda, Svizzera e Liechtenstein sono firmatari della convenzione pur non essendo membri dell’Unione europea. Questi ultimi godono quindi della stessa politica in materia di libertà di circolazione.

Chiunque provenga da un paese membro dell’area Schengen può spostarsi a proprio piacimento senza alcun controllo alle frontiere internazionali. D’altra parte, nel caso in cui una minaccia individuale gravi sullo spazio, le autorità competenti sono tutte in grado di effettuare un controllo di polizia. Il checkpoint può essere posizionato in qualsiasi area di confine. Tuttavia, tale controllo non è in alcun modo equivalente alle procedure di controllo di frontiera.

Per qualsiasi movimento all’interno della zona Schengen, è necessario rilasciare il visto a coloro che non appartengono a uno Stato membro. Questo visto è più comunemente denominato “visto Schengen”.

Ecco l’elenco dei paesi per i quali è obbligatorio il visto Schengen:

AFGHANISTAN GAMBIE NIGERIA
AFRIQUE DU SUD GHANA OMAN
ALGÉRIE GUINÉE OUGANDA
ANGOLA GUINÉE ÉQUATORIALE OUZBÉKISTAN
ARABIE SAOUDITE GUINÉE-BISSAU PAKISTAN
ARMÉNIE GUYANA PAPOUASIE-NOUVELLE-GUINÉE
AUTORITÉ PALESTINIENNE HAÏTI PHILIPPINES
AZERBAÏDJAN INDE QATAR
BAHREÏN INDONÉSIE RÉPUBLIQUE D’AFRIQUE CENTRALE
BANGLADESH IRAK RÉPUBLIQUE DÉMOCRATIQUE DU CONGO
BELIZE IRAN RÉPUBLIQUE DOMINICAINE
BÉNIN JAMAÏQUE RUSSIE
BHOUTAN JORDANIE RWANDA
BIÉLORUSSIE KAZAKHSTAN SAO TOMÉ-ET-PRINCIPE
BIRMANIE/MYANMAR KENYA SÉNÉGAL
BOLIVIE KIRGHIZSTAN SIERRA LEONE
BOTSWANA KOSOVO SOMALIE
BURKINA FASO KOWEÏT SOUDAN
BURUNDI LAOS SOUDAN DU SUD
CAMBODGE LESOTHO SRI LANKA
CAMEROUN LIBAN SURINAME
CAP VERT LIBERIA SWAZILAND
CHINE LIBYE SYRIE
COMORES MADAGASCAR TADJIKISTAN
CONGO MALAWI TANZANIE
CORÉE DU NORD MALDIVES TCHAD
COTE D’IVOIRE MALI THAÏLANDE
CUBA MAROC TOGO
DJIBOUTI MAURITANIE TUNISIE
ÉGYPTE MONGOLIE TURKMÉNISTAN
ÉQUATEUR MOZAMBIQUE TURQUIE
ÉRYTHRÉE NAMIBIE VIETNAM
ÉTHIOPIE NAURU YÉMEN
FIDJI NÉPAL ZAMBIE
GABON NIGER ZIMBABWE
Ottenere un preventivo gratuito

Quali paesi non sono coperti dal visto Schengen?

Come per ogni regola, c’è un’eccezione, anche la Convenzione di Schengen ha la sua. Questa eccezione riguarda alcuni paesi non firmatari. I cittadini di questi paesi non hanno bisogno di un visto per rimanere all’interno dell’area Schengen.

Di seguito i paesi beneficiari di questa esenzione:

Albanie Andorre Argentine
Australie Bermudes Brésil
Brunei Bulgarie Canada
Chili Colombie Costa Rica
El Salvador Chypre Grèce
Guatemala Honduras Islande
Irlande Israël Japon
Macao Macédoine Malaisie
Mexique Moldavie* Monaco
Monténégro Nouvelle-Zélande Nicaragua
Panama Paraguay Roumanie
Saint-Marin Serbie Singapour
Corée du Sud Suisse Royaume-Uni
Irlande du Nord États-Unis Royaume-Uni
Samoa Américaines Guam Porto Rico
Uruguay Vatican Venezuela

*(l’esenzione dal visto è valida solo per le persone con passaporti biometrici)

Va notato che un’autorizzazione legale è sempre richiesta se la persona desidera soggiornare in un paese membro della zona Schengen. La convenzione lo richiede, sia questi un cittadino di un paese membro o meno, che necessiti o meno di un visto Schengen.

Un visto Schengen non deve superare i 3 mesi o 90 giorni ogni 6 mesi senza motivi di viaggio. Il visto Schengen non consente di lavorare o studiare in un altro paese membro.Oltre al visto Schengen, è richiesto anche un visto di transito per l’aeroporto per passeggeri in transito nell’area Schengen.

Questo è il caso dei passeggeri provenienti dai seguenti paesi:

Afghanistan Bangladesh Congo (Rd)
Érythrée Éthiopie Ghana
Iran Irak Nigeria
Pakistan Somalie Sri Lanka
MondialCare.eu 

E il visto di transito aeroportuale?

Come per il visto Schengen, anche il visto di transito aeroportuale ha delle eccezioni. Pertanto, ci sono casi in cui il visto di transito aeroportuale non è obbligatorio:

  • Possedere un permesso di soggiorno di un paese membro Schengen, un visto Schengen valido per soggiorni brevi o lunghi.
  • Possedere un permesso di soggiorno di paesi come Andorra, Canada, Giappone, San Marino o Stati Uniti. Questi paesi garantiscono la residenza dei loro cittadini ovunque.
  • Possedere un visto Schengen valido o un visto valido che autorizza l’ingresso in uno dei paesi EFTA, nonché in Canada, Giappone o Stati Uniti, anche se si tratta di un ritorno da questi paesi dopo aver utilizzato questo visto.
  • Essere un membro della famiglia del cittadino dell’Unione europea. Questa eccezione riguarda solo i familiari stretti.
  • Essere titolare di un passaporto diplomatico.

Avere un familiare che è cittadino UE / SEE non significa necessariamente ottenere l’ingresso gratuito, senza la necessità di un visto, nello spazio Schengen. Tuttavia, verrà implementato uno snellimento delle procedure relative alla procedura per l’ottenimento del visto Schengen in modo che la persona possa ottenere rapidamente il proprio visto. Tuttavia, tale offerta si applica solo a coloro che soddisfano i seguenti criteri:

  • Essere un membro di primo grado della famiglia del cittadino UE / AEE: marito/moglie o figlio di età inferiore ai 21 anni.
  • Riunirsi al cittadino UE / SEE nella destinazione del viaggio o nel paese di residenza nell’area Schengen, forniti di prova.

Alcune persone hanno più nazionalità. Il passaporto utilizzato per il viaggio in questione sarà utilizzato per definire nazionalità. Da ciò deriverebbe e la necessità o meno di un visto Schengen: l’uso di un passaporto che richiede un visto Schengen obbliga ogni passeggero ad ottenerlo, anche in possesso di un passaporto che consente la libera circolazione, senza visto.

Piccola nota sul visto D, questo tipo di visto permette di entrare in una zona Schengen. Può essere utilizzato anche per rimanere lì per un certo periodo. Il visto D può essere ottenuto solo per un motivo legittimo.

Quanto al permesso di soggiorno in un Paese, questo dà accesso alla possibilità di visitare tutti i Paesi dell’area Schengen senza però superare il periodo massimo di permanenza che è di 90 giorni, ogni 6 mesi.

MondialCare.eu 
Ottenere un preventivo gratuito

L'assicurazione di viaggio è obbligatoria per ottenere un visto Schengen

Per essere valida, la sua assicurazione di viaggio Schengen deve essere valida per la durata del suo soggiorno. Deve essere per un minimo di 30.000 euro per coprire le spese in caso di emergenze mediche o cure ospedaliere.

A Mondialcare, la vostra assicurazione di viaggio Schengen è offerta con due livelli di copertura per le spese mediche:

  • 35.000€ (ideale per soggiorni brevi)
  • 100.000€ (consigliato per soggiorni superiori a 6 mesi)
MondialCare.eu 

L'assicurazione viaggio Schengen di Mondialcare copre anche le spese mediche e di ricovero relative alla COVID-19?

A causa della situazione sanitaria legata alla pandemia COVID-19, MondialCare fornisce una copertura completa per l’ospedalizzazione e le spese mediche legate alla COVID-19.

Inoltre, in alcuni paesi è ormai obbligatorio presentare un certificato di assicurazione di viaggio che menzioni questa copertura. Mondialcare la integra in tutti i suoi prodotti di assicurazione di viaggio.

Ottenere un preventivo gratuito